Franchetti

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Sei qui: Rassegna Stampa La Premiazione - Borse studio Franchetti per sessanta studenti (GAZZETTA DI MANTOVA 16/05/2019)

La Premiazione - Borse studio Franchetti per sessanta studenti (GAZZETTA DI MANTOVA 16/05/2019)

E-mail Stampa PDF

Sono sessanta gli studenti mantovani premiati con le borse di studio assegnate dalla Fondazione Franchetti per l'anno accademico 2018/2019. La cerimonia di consegna si è svolta ieri mattina nell'aula magna della Fondazione Università di Mantova. A premiare gli universitari, tra cui una trentina di matricole, sono stati il presidente della Fondazione Franchetti Aldo Norsa, il consigliere della Fondazione Giampaolo Galeazzi, in rappresentanza anche della Provincia, e l'assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Mantova Marianna Pavesi. «A nome della Fondazione mi complimento con tutti i ragazzi premiati - ha detto Norsa - Siamo particolarmente orgogliosi di poter sostenere lo sforzo economico delle famiglie di questi studenti, che si so no distinti nel loro percorso universitario ottenendo ottimi risultati. Ci auguriamo che le borse di studio possano contribuire alla loro crescita e formazione e che al prossimo bando possano partecipare più studenti possibili». Dal 1906 lo scopo della Fondazione, istituita grazie al lascito di Giuseppe Franchetti, è di sostenere gli studi degli universitari meritevoli, residenti in provincia di Mantova e di non agiate condizioni economiche. I premi assegnati vanno dai 750 fino a un massimo di 2.500 euro (calcolati in base al reddito familiare e ai risultati ottenuti), per un totale di 80mila euro. «In un paese in cui il numero di iscrizioni all'Università sta calando ed è tra i più bassi in Europa, credo che sia importante incoraggiare i ragazzi e valorizzare chi si impegna e lavora con costanza e tenacia - ha aggiunto Pavesi Ringrazio la Fondazione che ogni anno si attiva per sostenere il percorso di studio dei giovani e le loro famiglie».

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.