Ciclo di concerti vivaldiano del coro Ricercare Ensemble (GAZZETTA DI MANTOVA 23/12/2016)

Stampa

Al 29° anno l'evento natalizio: in programma la musica sacra del "prete rosso". Oggi a Revere la prova generale, poi lunedì in Gradaro e martedì a Sermide.
Ritorna, da oggi a martedì, il ciclo dei concerti di Natale del Coro da camera Ricercare Ensemble, tradizionale appuntamento giunto alla soglia dei trent'anni, che vedrà quest'anno l'esecuzione di un programma monografico imperniato su alcuni tra più grandi capolavori musicali sacri per soli coro e orchestra di Antonio Vivaldi. VivaVivaldi: così una nota cantante intitolava qualche anno fa una sua raccolta discografica di musiche vivaldiane. Dopo l'ampio recupero del repertorio barocco restituito a una prassi esecutiva più informata e consapevole, la musica di Vivaldi ricca di virtuosismo ed espressività anche grazie all'apporto esecutivo di straordinari interpreti italiani, ha definitivamente consacrato il compositore veneziano come autore di successo anche commerciale. Ora anche la musica sacra del "prete rosso" e non solo quella più nota, come Le quattro stagioni ha trovato popolarità. Antonio Vivaldi conosceva benissimo i modi per spettacolarizzare il linguaggio strumentale e vocale in concordanza con le ragioni dello spirito raccogliendo le influenze del teatro e dello strumentalismo moderno. Pochi incisivi ed evidentissimi tratti stampano nella memoria di ogni ascoltatore l'infinità di virtuosismi che si trasfigurano in un'architettura formale, avvincente e in un'energia ritmica e melodica di grandissimo coinvolgimento come nei brani sacri scelti per questo 29° concerto di Natale che vedrà il coro da camera Ricercare Ensemble affiancato dall'orchestra barocca Accademia degli Invaghiti e i contributi solistici di Anna Simboli ed Elena Bertuzzi soprano, Andrea Arrivabene alto, Michele Concato tenore e Mauro Borgioni e Matteo Bellotto basso, diretti da Romano Adami, proporre il famoso e monumentale Gloria Rv 589 scritto verso il 1713 per l'Ospedale veneziano della Pietà o il Magnißcat Rv610 e il DixitDominus Rv 595 detto di Praga e il Concerto per archi in sol minore Rv 157, sicuramente tutti esempi tra i più emblematici e famosi dei caratteri vivaldiani. Reduce dal recente successo di critica e di pubblico ottenuto nell'opera di Henry Purcell eseguita il 22 novembre al teatro Bibiena con la direzione di Federico Maria Sardelli, Ricercare Ensemble continua con la sua proposta natalizia che ha reso il ciclo dei suoi "Concerti di Natale" una tradizionale occasione d'ascolto, offerta in tutti questi anni a Mantova, alla comunità di Revere e a molti altri centri della nostra provincia e non, in sinergia artistica con importanti ensemble strumentali mantovani quali l'Orchestra da camera di Mantova e l'Accademia degli Invaghiti. Questa sera alle 21 nella chiesa barocca dell'Annunciazione di Revere (ingresso libero) si terrà l'anteprima prova generale aperta al pubblico del concerto che si terrà poi ufficialmente lunedì alle 21 nell'antica Chiesa di S.M. del Gradaro di Mantova (ingresso posto unico 10 euro) con replica martedì 27, sempre alle 21 nella chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo di Sermide (ingresso libero). L'iniziativa è sostenuta dal Comune di Mantova, dal Comune di Revere e dal Comune di Sermide con le rispettive Pro Loco, da Fondazione della Comunità Mantovana, Fondazione Cariverona, Fondazione Istituto Giuseppe Franchetti di Mantova, cooperativa di servizi assistenziali Csa di Mantova e altri sponsor privati con la collaborazione della Diocesi e delle parrocchie del Gradaro (che festeggia quest'anno e nell'occasione anche il 50° di fondazione) di Revere e di Sermide. Per info e prenotazioni: www.ricercareensemble.com, 3358255662.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.