Il Mazzali tende la mano all'Africa (VOCE DI MANTOVA 05/09/2016)

Stampa

Sancito il gemellaggio con l'ospedale Saint Vincent de Bukavu in Congo. Musica, danze e spettacoli hanno animato la quarantesima Festa dell'Anziano che si è svolta ieri alla Fondazione Mazzali di via Trento. La giornata è iniziata con la santa messa celebrata dal vescovo Busti e l'accompagnamento del coro Unitalsi nel teatro della Fondazione. Al termine, è seguito l'aperitivo in giardino allietato da un momento musicale con Isa Santachiara e Elisa Goldoni alla fisarmonica. Prima del consueto pranzo all'aperto, il sindaco Mattia Palazzi e il presidente della Fondazione Mazzali Luca Talarico hanno portato un saluto ai presenti, non solo agli ospiti della struttura e familiari, ma anche ai dottori, a tutti gli operatori e ai volontari "che con passione e dedizione svolgono un importante lavoro ali ' intemo della struttura". Dopo i discorsi, si è ufficializzato il gemellaggio tra la Fondazione di via Trento e l'Ospedale Saint Vincent de Bukavu in Congo, che prevede un scambio di collaborazioni mediche e scientìfiche. E così le due autorità cittadine, assieme al dottor Renato Bottura, al direttore Generale del Mazzali Paolo Portioli e all'assessore al Welfare del Comune di Mantova Andrea Caprini, hanno consegnato una targa commemorativa a due dottori congolesi presenti per l'importante occasione. A seguire la cerimonia erano presenti, tra gli altri, l'onorevole Marco Carra, il presidente della Fondazione Franchetti Aldo Norsa (Mazzali e Franchetti stanno seguendo insieme un progetto Alzheimer a cura del dottor Massimo Venturelli), Mario Anghinoni per la Fondazione Cariplo e il presidente di Aspef Vinicio Fiorani. Poi, nel giardino si è tenuto il pranzo a base di antipasti misti, lasagne ai carciofi, pennette sal siccia e zucca, arrosto di vitello farcito, patate al forno, pomodori gratinati e bignolata in coppa per concludere. La festa è continuata anche nel pomeriggio con lo spettacolo danzante "Heliantus punto danza" a cura di Eleonora Volpato e Giusi Ruscillo con la partecipazione dei giovani ballerini della scuola.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.