Borse di studio della Fondazione Franchettì a 63 ragazzi (GAZZETTA DI MANTOVA 12/03/2016)

Stampa

Basta avere i requisiti e la Borsa della Fondazione Franchetti - 80mila euro complessivi a disposizione - la porti a casa: la somma va dai 1400 ai 2500 euro per ogni studente, I requisiti sono due: i buoni voti all'università e il reddito familiare entro i limiti stabiliti dal bando. A illustrare come è andata quest' anno è stato, nella sede della Fondazione in via Pescheria 22, il presidente Aldo Morsa insieme con il segretario Cristiano Flisi e il tecnico geom. Massimo Terzi. Al bando 2015 hanno risposto 63 studenti, mentre nel 2014 erano 80. Si può supporre un calo di iscrizioni nel Polo mantovano del Politecnico e un meccanismo più severo per avere il certificato Isee col reddito. Quali sono le iniziative della Franchetti nell'anno di Mantova capitale della cultura? Oltre alla Borsa "Pietro Ploner" per studenti di ingegneria (una sola richiesta), Fondazione e Politecnico hanno lanciato un progetto per il recupero del sito archeologico di Akko, in Galilea, con scambio di studenti mantovani e israeliani dello Shenkar College di Tel Aviv. La Fondazione sostiene, come già gli scorsi anni, le lezioni sulla cultura ebraica organizzate dall'associazione Man Tova (fino al 20 maggio) e premierà i ragazzi delle medie superiori finalisti dei Giochi matematici "Bocconi" di Milano. Ha inoltre intenzione di coinvolgere gli studenti delle medie inferiori, e di premiarli insieme alla loro scuola, con un tema o una ricerca su Mantova capitale della cultura. Il prossimo bando della Borsa di studio uscirà in ottobre. Entro Natale si attendono le domande. La Fondazione è attiva dal 1906 e da allora ha premiato oltre 5000 studenti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.