Giornata europea della cultura Ebraica: ecco il programma (GAZZETTA DI MANTOVA 29/09/2013)

Stampa
Oggi si celebra la Giornata europea della cultura ebraica. Molte le occasioni nel Mantovano. Mantova. Oggi dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 15 alle 17 apertura al pubblico della sinagoga Norsa di via Govi, alle 11.30 incontro con Tobia Ravà, alle 17 parleranno l'ebraista Patuzzi e il presidente della comunità ebraica mantovana Emanuele Corlorni, e a seguire suo fratello Angelo Colorni, biologo marino che vive in Israele. Anche la Fondazione Franchetti ha voluto contribuire alla Giornata, sostenendo un concerto che si svolgerà alle 21.30 in sinagoga. Si esibirà il cantore solista Angel Harkatz della Comunità ebraica di Verona accompagnato da pianoforte, violino e contrabbasso. Tra i brani previsti eseguirà anche Shemà Israel (Ascolta Israele), Boi beshalom (Vieni in pace), Rikud shel Shabbat (Danza del Sabato); Shalom Alekhem (La pace sia con voi - Brano tradizionale che viene cantato il venerdì sera all'inizio di Shabbat, con cui si da il benvenuto agli angeli che accompagno a casa il fedele dopo la funzione in sinagoga). E poi, Sher (Danza), Cuando el Rey Nimrodm (Famosa canzone popolare Sefardita compo sta nel Medioevo), un brano strumentale tratto dal film Schindler's List. Infine, pot-pourri di musica israeliana. Commenti di Geòrgia Gaida Harkatz. Viadana. A Viadana, l'ex sinagoga di via Bonomi aprirà dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30 per visite libere. Alle 16.30 "sviolinate ebraiche" con Marcello Bergamaschi e quindi visita al cimitero ebraico. Bozzolo. A Bozzolo, cimitero ebraico di via Cremona (vicino al passaggio a livello) aperto dalle 9 alle 19, Visite guidate alle 11,15e alle 17 a cura di Ludovico Bettoni e Giuseppe Valentini. All'interno è allestita una mostra foto-documentaria. Sabbioneta. La Pro Loco aprirà la sinagoga di via Campi oggi dalle 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 19, una guida ne illustrerà storia e caratteristiche. Nella sala museale attigua,esposizione dei preziosi libri antichi editi dalla stamperia ebraica attiva nel XVI secolo e proiezione di filmati relativi all'ebraismo italiano. La Sinagoga attuale è del 1824, costruita su progetto dell'architetto sabbionetano Visioli, la comunità si è poi sciolta all'inizio del 1900. Nell'Ottocento erano nati a Sabbioneta due personaggi ebrei di rilevanza nazionale, il medico Pio Foà e Giuseppe Ottolenghi, primo ebreo italiano ad essere nominato generale e poi ministro della guerra. Oggi sarà possibile visitare anche il cimitero ebraico situato nella frazione di Borgofreddo.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.