Franchetti

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Sei qui: Rassegna Stampa Il Franchetti assegna 56 borse di studio (VOCE DI MANTOVA 16/06/2013)

Il Franchetti assegna 56 borse di studio (VOCE DI MANTOVA 16/06/2013)

E-mail Stampa PDF

Premiati ieri gli studenti mantovani che aspirano al diploma di laurea e di specializzazione in Italia e all'estero.

Sono stati 56 gli studenti, che si sono distinti per il profitto scolastico, premiati ieri dalla Fondazione Franchetti con l'assegnazione di borse di studio. «L'Istituto crede in voi perché siete il futuro della nostra società» ha detto il presidente Aldo Norsa nell'intervento che ha preceduto la consegna dei diplomi. Sono stati 56 i premiati di ieri dalla la Fondazione "Istituto G. Franchetti" nel corso della manifestazione che si è tenuta nell'Aula magna dell'Università di Mantova. All'appuntamento erano presenti il presidente della Fondazione Aldo Norsa, il presidente della Fondazione Università di Mantova Marco Collini, l'assessore alle Politiche Educative del Comune di Mantova Espedito Rose, l'assessore provinciale alla Sostenibilità ambientale Alberto Grandi, i componenti del Consiglio di amministrazione del Franchetti Emanuele Colorni, Paolo Virgili, Lucio Andreoli e Gianpaolo Galeazzi. I premi sono stati assegnati in relazione alle finalità statutarie del Franchetti che prevede di privilegiare gli indirizzi sociali, incrementate dal lascito dell'Ing. Pietro Ploner, che lo ha destinato a borse di studio in campo ingegneristico e dal lascito conferito dalla maestra Ada Vincenzi finalizzato alla ricerca medicoscientifica da affidare a giovani medici impegnati nel territorio. È su queste basi, come ha detto il presidente Norsa, che la Fondazione sostiene progetti dello lom (Istituto Oncologico Mantovano), che ha come epicentro della sua attività Mantova e provincia così come altre iniziative quali il progetto di digitalizzazione dell'archivio storico della Comunità Ebraica di Mantova in collaborazione con la Biblioteca di Mantova, i giochi matematici, un ciclo di incontri sulla cultura ebraica e Cuore Amico tenutosi la scorsa settimana. Come si diceva, quest'anno sono stati premiati 56 studenti, a fronte di 88 domande pervenute, per un ammontare di oltre 100.000 euro. Con i fondi del lascito dell'ing. Pietro Ploner è stato invece premiato 1 studente in ingegneria che la Commissione aveva scelto di sostenere nel 2010 per un quinquennio, avendo lo stesso confermato anche quest'anno un brillante risultato. L'Istituto nasce nel 1906 per volontà testamentaria del Commendatore Giuseppe Franchetti (Mantova 1824-1903) che, attraverso un lascito al Comune di Mantova, richiede all'ente la creazione di un istituto che sostenga gli studenti mantovani meritevoli attraverso assegni, premi e borse di studio. In più di 100 anni di attività e sostegno a favore di giovani studenti e dei bisogni del sociale, la Fondazione Istituto Giuseppe Franchetti (Ente morale) ha aiutato, fino ad ora, oltre 12 mila ragazzi meritevoli.

Ecco l'elenco dei premiati: Lara Angelini, della Balletta, Andrea Benatti, Elisa Benatti, Michele Benedini, Nicola Bertini, Claudio Boccherini, Nicolo Bompieri, Federica Borchetta, Greta Campana, Irene Canossi, Ilaria Cerini, Elena Ciciriello, Emilio Costa, Angela Dati, Ticiana Dimo, Denise Facchini, Martina Federici, Marco Fontanesi, Tommaso Gagliardi, Lidia Gazzi, Beatrice Gelati, Chiara Giacon, Elisa Giovannini, Federica Giubertoni, Giulia Graziano, Giada Liuzzo Taffelli, Deana Madella, Edoardo Maestri, Greta Magnani, Anita Mantovani, Lucia Mazzaii, Giovanni Menegazzo, Trudy Mondini, Serena Mossini, Giuseppe Nebbione, Erimwionghae Osaretin Osamagbe, Emanuele Palladino, Margherita Ramazzina, Anna Rondelli, Chiara Rosignoli, Giulia Sabbadini, Francesca Sarcuni, Linda Sarcuni. Vittoria Sarcuni, Matteo Sarzi Amadè (borsa di studio Ploner), Carlona Savazzi, Gaia Scansani, Randy Scansani, Leonardo Semeghini, Maria Teresa Sestito, Jaskirat Singh, Laura Suzzara, Giambattista Testolin, Francesca Tonali e Andrea Zangrossi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.