Franchetti

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Sei qui: Home

Gli eventi della Giornata della Memoria 2024 per non dimenticare

E-mail Stampa PDF

Le cerimonie del Giorno della Memoria 2024 e gli eventi organizzati dal Conservatorio "Lucio Campiani" e dal Liceo sono stati presentati mercoledì 24 gennaio nella sede municipale di via Roma dal presidente del Consiglio Comunale di Mantova Massimo Allegretti, dal viceprefetto Giorgio Spezzaferri, dal presidente del Conservatorio Giordano Fermi, dal presidente della Comunità Ebraica e presidente della Fondazione Franchetti Aldo Norsa, dalla docente referente della Giornata della Memoria Giovanna Maresta, dal maestro direttore musicale Romano Adami, dalla dirigente del Liceo Musicale "Isabella d'Este" Fabiana Bonfà, dal consigliere provinciale Mattia Di Vito e dalla direttrice delle Biblioteche Civiche del Comune di Mantova Francesca Ferrari.

Il 27 gennaio è la data dell'abbattimento dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz. Quest'anno il comitato organizzatore ha deciso di tenere le celebrazioni venerdì 26 gennaio. A Mantova la giornata inizierà alle 10 all'Auditorium "Claudio Monteverdi" del Conservatorio "Campiani" in via della Conciliazione 33 con l'introduzione musicale a cura del professor Stefano Carlini. Le melodie ebraiche di Joseph Joachim (1831-1907) saranno suonate da Yulia Kovina (viola) e Andrea Squadrito (pianoforte).

Subito dopo ci sarà l'intervento del Prefetto di Mantova Gerlando Iorio e la consegna delle Medaglie d'Onore agli insigniti. Inoltre, è in programma il convegno che sarà introdotto dal presidente del Consiglio Comunale Allegretti, seguito dagli interventi del presidente della Provincia di Mantova Carlo Bottani, dalla prolusione di Enrico Mottinelli sul tema: "Il cammino della Memoria" e dalla conclusione del sindaco di Mantova Mattia Palazzi.

Le iniziative riprenderanno alle 15 alla Sinagoga "Norsa", in via Govi 13 con il ricordo dei cittadini ebrei mantovani deportati nei campi di sterminio. Alle 16, infine, il ritrovo è alla stazione ferroviaria, al binario 1, in piazza don Leoni 14 con la commemorazione del Porrajmos, la persecuzione su base razziale subita dai sinti e dai rom durante il Nazismo.

"Oggi si ricorda uno dei momenti più bui della storia – ha dichiarato il presidente del Consiglio Comunale Allegretti -. Un crimine unico nella storia contemporanea. La pianificazione giuridico, amministrativa, al fine di sterminare un intero popolo con la più moderna tecnica industriale del tempo. Un nuovo termine sarà coniato per descrivere questa mostruosità: genocidio. Ogni uomo, ancora di più ogni europeo, oggi deve ricordare questo sfregio all'umanità intera".

"Come ogni anno la data del 27 gennaio, giorno della Memoria – hanno scritto il presidente del "Campiani" Fermi e il direttore maestro Pugnaloni nella presentazione dell'opuscolo che raccoglie gli eventi del Conservatorio e del Liceo - ci invita a ricordare i tragici eventi legati alla persecuzione ed allo spietato sterminio di milioni di innocenti. Anche quest'anno il Conservatorio ed il Liceo, nella consapevolezza che è fondamentale non dimenticare, organizzano una serie di commemorazioni che hanno come scopo principale quello di avvicinare i giovani alla conoscenza ed alla documentazione di un periodo storico di impressionante tragicità e disumanità del quale è obbligo mantenere viva la memoria nelle giovani generazioni".

Il programma integrale di tutti gli eventi in programma si può consultare alla seguente pagina web: www.conservatoriomantova.com/eventi/conservatorio-giorno-della-memoria-2024 .

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.